SETTORE INFANZIA COMUNE DI MILANO: MODELLO ORGANIZZATIVO INADEGUATO PENALIZZA LAVORATORI E FAMIGLIE, OO.SS. E RSU AVVIANO UN PERCORSO DI MOBILITAZIONE!

/ Ottobre 11, 2021/ Home, Milano Metropoli

Dopo l’incontro sindacale con il Comune di Milano tenutosi il 7 ottobre relativamente al modello organizzativo del settore infanzia che non ha portato ad alcun risultato concreto rispetto alle richieste di RSU e OO.SS. per il settore infanzia e a tutte le segnalazioni pervenute dalle educatrici e dagli educatori dei servizi.

RSU e OO.SS. denunciano infatti come l’amministrazione non abbia dato risposte adeguate, proponendo invece una modifica all’accordo del 2/8/21 per l’apertura pomeridiana fino alle 18,00 che le stesse hanno ritenuto irricevibile.

“Noi siamo consapevoli – spiega Simona Mei dirigente sindacale CISL FP Milano Metropoli – che diversi nostri problemi sono legati a decisioni di carattere nazionale, tuttavia il Comune ha deciso di adottare un modello organizzativo che a nostro avviso non ha dato riscontri adeguati non solo alle lavoratrici e ai lavoratori, ma anche alle famiglie. La situazione attuale non è più accettabile: manca il personale, i carichi di lavoro sono sempre maggiori, così come le responsabilità, in assenza di indicazioni chiare e senza un modello organizzativo credibile, condiviso ed efficace”.

“Unitariamente alle RSU e alle altre sigle sindacali – spiega Mei – avvieremo un percorso di mobilitazione e di assemblee già a partire dalle prossime settimane e utilizzeremo tutti gli strumenti a nostra disposizione fino ad arrivare allo sciopero perché riteniamo che la situazione sia davvero grave e nessun altro sacrificio deve essere richiesto al personale educativo, che al contrario dovrebbe essere valorizzato per professionalità e competenza e in quanto garantisce servizi essenziali per la comunità”.

In allegato Volantino stato di agitazione educazione (2)