RIGETTATO L’APPELLO DELL’ ASST FATEBENEFRATELLI SACCO AVVERSO ALLA SENTENZA SULLA TRASFORMAZIONE UNILATERALE DEL PART-TIME

/ Settembre 30, 2021/ Home, Milano Metropoli

Rigettato l’appello dell’ ASST Fatebenefratelli Sacco avverso alla sentenza con la quale il Tribunale di Milano aveva espresso parere favorevole al ricorso, presentato da una dipendente dell’ ASST  con l’appoggio della Cisl FP Milano Metropoli, rispetto alla trasformazione unilaterale del rapporto di lavoro da part-time a tempo pieno, e che aveva sancito l’illegittimità dei provvedimenti dell’azienda condannandola a pagare le spese di lite.

Una riconferma di quanto sempre sostenuto dalla Cisl FP Milano Metropoli rispetto alla decisione dell’ Azienda Socio Sanitaria di emettere provvedimento unilaterale di trasformazione a tempo pieno del contratto di lavoro stipulato nel 2008 con la lavoratrice a regime di part-time. Una facoltà esercitata nel 2019 non più legittima avendo di gran lunga oltrepassato il limite temporale consentito dalle norme, nel maggio del 2011 scadeva infatti la possibilità di revoca da parte dell’ente. 

“Il Tribunale di Milano – spiega l’ Avv. Tedeschi Enrica Luigina che ha patrocinato la ricorrente – ha di fatto ribadito l’impossibilità dell’ Amministrazione di revoca del part-time, essendo ormai decorso il termine di 180 giorni, in virtù del potere conferitogli dall’articolo 16 della legge n. 183/10”.