COMPARTO SANITA’: FIRMATO ACCORDO CON REGIONE LOMBARDIA SULLE PRESTAZIONI AGGIUNTIVE PER LA CAMPAGNA VACCINALE

/ Aprile 22, 2021/ Home, Sanità

Sottoscritto in data 21 aprile 2021 l’accordo tra Regione Lombardia e OO.SS. per le “prestazioni aggiuntive” effettuate nel periodo emergenziale 2021 con l’obiettivo prioritario di garantire l’attività vaccinale.

COSA PREVEDE L’ACCORDO? Compenso di 50 € lordi all’ora omnicomprensivi ai fini irpef, al netto degli oneri riflessi a carico dell’amministrazione. Anche per le prestazioni effettuate in data anteriore alla sottoscrizione dell’ accordo, a decorrere dal 1.1.2021.
 Riferito al personale infermieristico e agli assistenti sanitari (art 1 comma 464 della legge 178/2020); Solo al personale che presta attività sanitaria di vaccinazione; Per turni di almeno 3 ore; La garanzia di una corretta proporzione tra l’attività istituzionale ed attività incentivata; Aziende interessate: ASST, ATS e IRCCS di diritto pubblico.

AL RESTANTE PERSONALE DEL COMPARTO  se coinvolto nella campagna vaccinale, potranno essere riconosciute ore aggiuntive incentivate, nell’ambito della contrattazione aziendale e nelle modalità consentite dalla normativa vigente, senza attingere dai fondi contrattuali.

Confermata l’erogazione delle quote di premialita’ per il personale coinvolto nel progetto dei moduli temporanei di Fiera Milano City e Fiera di Bergamo secondo gli importi previsti dai precedenti accordi sottoscritti.                          

Regione Lombardia ha confermato la copertura dei maggiori costi dei fondi contrattuali certificati dalle Aziende per l’anno 2020 e ha presentato una proposta per la distribuzione dei risparmi generati da destinare alle Aziende per la copertura delle indennità legate alla gestione dei pazienti Covid-19 per i primi mesi del 2021.

Nel ribadire la richiesta delle OO.SS. di incremento della quota delle RAR, le parti hanno convenuto di incontrarsi a breve per l’inizio del confronto.

In allegato Volantino accordo unitario prestazioni aggiuntive