RICONOSCIMENTO ECONOMICO AL PERSONALE DEL SSR NELL’EMERGENZA COVID-19: TEMPO SCADUTO, BASTA PROMESSE REGIONE LOMBARDIA PASSI AI FATTI!

/ Maggio 4, 2020/ Home, Sanità

Con un forte comunicato stampa unitario, le segreterie regionali di FP CGIL CISL FP e UIL FPL si rivolgono a Regione Lombardia, non più disposti ad attendere ulteriori perdite di tempo per lasottoscrizione dell’ accordo sulle risorse economiche per riconoscere lo sforzo immane del personale infermieristico, sanitario e tecnico nell’emergenza Covid-19.

Un deciso invito a passare dalle parole ai fatti “Tutti i politici inneggiano alla grande dimostrazione di professionalità offerta in Lombardia dai sanitari e tecnici delle ASST, ATS, IRCSS e ASP ma il riconoscimento del loro lavoro, del sacrificio e del pericolo affrontato è in attesa che la Regione trovi del tempo da dedicare a questi lavoratori. Nel frattempo in altre regioni con meno criticità della Lombardia sono già stati sottoscritti accordi sindacali per riconoscere lo sforzo dei colleghi”.

NON E’ PIU’ ACCETTABILE UN ULTERIORE RITARDO “Dopo l’annuncio del Presidente Fontana di destinare 82 milioni al personale sanitario sui social e alle televisioni dal 20 aprile siamo ancora ad in attesa che il Consiglio Regionale approvi lo stanziamento economico promesso. Abbiamo già presentato all’Assessore Gallera le nostre richieste e chiesto ulteriori impegni economici ma, nonostante i numerosi solleciti, la Regione non si è fatta ancora sentire”.

BASTA PROMESSE: NON SI PERDA ALTRO TEMPO! Le OO.SS. ribadiscono con necessità immediata che Regione Lombardia riconosca pienamente l’impegno straordinario e senza precedenti del personale del Servizio Sanitario Regionale Lombardo e in particolare di quello più esposto in prima linea!.

In allegato Volantino unitario regionale risorse economiche personale SSR tempo scaduto CS unitario_ risorse economiche personale SSR_temposcaduto