FIRMATA CON CONFCOOPERATIVE INTESA SUL FONDO DI INTEGRAZIONE SALARIALE PER CIRCA 1400 LAVORATORI DEL TERRITORIO

/ Marzo 6, 2020/ Pavia-Lodi

Importante accordo sottoscritto a Pavia in data odierna tra le segreterie territoriali di FP CGIL, CISL FP e UIL FPL e Confcooperative per l’attivazione del Fondo di integrazione salariale per circa 1400 lavoratori del territorio a seguito dello stato di emergenza Covid19 e delle misure varate dal Governo con la chiusura di scuole e dei servizi per l’infanzia.

Una sospensione quella delle attività didattiche e dei servizi per l’infanzia che nei fatti rischia di compromettere il pagamento delle retribuzione di di lavoratrici e lavoratori impiegati in questi servizi. 

Il Fis consente a tutti i datori di lavoro non inclusi nella normativa della Cigo-Cigs e non appartenenti a settori per i quali sono stati costituiti Fondi di solidarietà bilaterali, di richiedere prestazioni di  sostegno al reddito per i propri dipendenti in caso di riduzione o sospensione dell’attività lavorativa.

“Un accordo fondamentale – dichiara Antonio Cassinari Segretario Generale Cisl FP Pavia Lodi – in questo momento di forte emergenza per il nostro territorio provinciale abbiamo ritenuto importante muoverci immediatamente per tutelare i lavoratori impiegati nei servizi e garantire loro le retribuzioni attraverso il Fondo di Integrazione Salariale”.