/ 14 Febbraio, 2020/ Como-Varese, Home

Una situazione insostenibile per il personale del comparto sanitario dell’ ASST dei Sette Laghi, questa la denuncia delle organizzazioni sindacali territoriali e della RSU relativamente alle gravi criticità che lavoratrici e lavoratori devono affrontare quotidianamente con turni massacranti, carenza negli organici oltre che di materiale e farmici e che mettono a serio rischio le prestazioni.

Rsu e OO.SS. nella giornata di ieri 13 febbraio, hanno indetto una conferenza stampa in cui hanno illustrato nel dettaglio lo scenario: “Una situazione presente e persistente – precisa la Segretaria Cisl FP dei Laghi Simona Sessarego – che lede non solo i diritti dei lavoratori ma influisce anche sulla qualità dei servizi offerti alla cittadinanza. Il problema della carenza di personale deve essere risolto, solo nel 2019 sono state maturate 130mila ore di straordinario, forte è anche la preoccupazione per la ventilata esternalizzazione della gestione delle Radiologie delle sedi di Cittiglio e Tradate“.

Le OO.SS. attendono dalla Direzione Aziendale e da Regione Lombardia risposte concrete per uscire da questa situazione emergenziale.