31 gennaio 2018

Funzioni locali e Sanità, 180mila lavoratori lombardi in attesa del contratto

Lunedì 5 febbraio Cisl Funzione Pubblica, Fp Cgil e Uil Flp della Lombardia daranno vita ad un presidio nel piazzale di Palazzo Lombardia, sede della Regione. Chiedono che gli impegni presi a livello nazionale, anche dalle Regioni, con l’accordo del 30 novembre 2016 vengano rispettati, e che le lavoratrici e i lavoratori delle Funzioni locali e della Sanità pubblica possano vedere rinnovato il contratto nazionale di lavoro.

In Lombardia sono oltre 180.000 i lavoratori che da 8 anni attendono il rinnovo del contratto.

I ritardi nel confronto sulle parti normative e l’assenza di indicazioni puntuali sulla parte economica dei due contratti – afferma Franco Berardi, segretario generale Fp Cisl Lombardia – sono irrispettosi delle legittime aspettative di queste lavoratrici e di questi lavoratori. Il ministero dell’Economia e delle Finanze sta deliberatamente rallentando l’integrazione agli atti di indirizzo che ci consentirebbe una rapida sottoscrizione dei contratto nazionale della sanità e delle autonomie locali”.

Nel corso del presidio del 5 febbraio le organizzazioni sindacali chiederanno alla Giunta un incontro per impegnare la Regione a fare pressione sul Governo a dare corso all’accordo del 30 novembre.

Share