22 agosto 2017

L’Ospedale Civile, i ricoveri estivi e la carenza di personale. Un articolo di Bresciaoggi

Troppi anziani ricoverati, Civile in affanno“. L’articolo pubblicato domenica dal quotidiano Bresciaoggi – al di là del titolo forse un po’ esagerato rispetto al contenuto («Non ci è giunta nessuna segnalazione didisservizi», taglia corto il Collegio provinciale degli infermieri) – ha il merito di ritornare su una questione  delicata per una realtà complessa come l’Ospedale Civile di Brescia che conta 6.500 dipendenti. Stiamo parlando del mantenimento degli standard di assistenza anche nel periodo estivo quando va garantita al personale la possibilità di usufruire almeno ad una parte delle ferie a cui ha diritto.

Scrive il quotidiano di via Eritrea: “Ci vorrebbero più infermieri e più medici, ma questo problema si trascina da anni anche per il blocco delle assunzioni nel settore. Però, sia pure fra molte difficoltà, qualcosa si sta muovendo: gli Spedali Civili hanno proceduto nelle scorse settimane all’assunzione di circa ottanta nuovi infermieri, alleggerendo così anche la situazione delle sostituzioni per ferie”.

Pesa lo stock di ferie arretrate? chiede il giornalista al direttore generale dell’ospedale cittadino. Si tratta di un accumulo che si trascina da anni, risponde in sostanza il manager. La carenza di personale e le esigenze del servizio hanno inevitabilmente portato ad un aumento di riposi non usufruiti dai dipendenti che sono andati ad aggiungersi ai periodi di ferie non goduti: “Ora, invece, nell’arco dell’anno generalmente il personale usufruisce dei trentadue giorni complessivi di riposo spettanti. Un po’ alla volta speriamo di smaltire, sia pure lentamente, gli accumuli del passato”.

Anche il sindacato dà atto all’azienda degli sforzi in atto. Scrive il giornale: “Per Diego Zorzi, segretario provinciale della Cisl Funzione pubblica Cisl, bisogna essere onesti: il problema della carenza di personale e del conseguente accumulo di ferie non consumate non si può risolvere da un giorno all’altro. Va dato atto al Civile di avere mantenuto la promessa di assumere nuovo personale. Certo, ora si stanno smaltendo le ferie arretrate e rimangono da fare tutte quelle del 2017, ma è anche vero che in un’azienda che conta migliaia di dipendenti azzerare l’arretrato storico non è facile: bastano cento assenze per malattia per fare saltare il sistema“.

Share