10 maggio 2017

Province, servizi in difficoltà e stipendi del personale in ritardo. Scatta la protesta

Stato di agitazione del personale di Province e Città metropolitane con iniziative di mobilitazione in tutti i territori. La protesta è proclamata dalle categorie dei lavoratori pubblici di Cgil, Cisl e Uil. In una nota i sindacati denunciano la “difficoltà finanziaria in cui versano” gli enti, difficoltà che sta determinando “una situazione di estrema criticità nell’erogazione dei servizi, alla quale si aggiungono le condizioni di notevole precarietà che sta vivendo il personale, penalizzato anche da un punto di vista salariale“.

Cisl Funzione Pubblica, Fp Cgil e Uil Fp puntano il dito contro il decreto Enti locali e con l’agitazione sperano di determinarne la modifica: “Sono numerosi gli enti che non riescono più a garantire la manutenzione ordinaria di strade e scuole e tanti sono quelli in ritardo con il pagamento degli stipendi”.

Per i sindacati è necessario estendere le norme sullo sblocco del turn over anche a Province e Città metropolitane.

Share