23 aprile 2017

Trasferimento di sede dell’Agenzia delle Entrate: si valutino i disagi per i cittadini

Chiederemo nei prossimi giorni un incontro al Sindaco e al Prefetto perché sia fatta una valutazione dei disagi non solo per i lavoratori ma soprattutto per i servizi ai cittadini derivanti dal trasferimento in periferia degli uffici dell’Agenzia delle Entrate”.

Ad annunciarlo è Marcello Marroccoli della Cisl Funzione pubblica di Brescia a margine della comunicazione sul primo positivo risultato della mobilitazione nazionale tenuta giovedì scorso per chiedere che sulla riorganizzazione dell’Agenzia siano ascoltati anche i lavoratori (nella foto a fondo pagina, lavoratrici e lavoratori dell’Agenzia di Brescia durante l’assemblea negli uffici di via Sorbanella).

E’ stata infatti convocata per giovedì 27 aprile la prima riunione del tavolo permanente di confronto tra le parti sul progetto di riforma delle agenzie fiscali.

La necessità di uno spazio formale di confronto è stata condivisa con le organizzazioni sindacali dal viceministro dell’Economia, Luigi Casero, che il giorno stesso della protesta dei lavoratori aveva ricevuto una delegazione di Cisl Funzione pubblica, Fp Cgil, Uil Flp e Confsal/Salfi; all’incontro era presente anche il direttore dell’Agenzia delle entrate, Rossella Orlandi.

Fin dalla prima convocazione verranno affrontate le questioni più urgenti sollevate con la giornata di mobilitazione, a partire dal nuovo sistema incentivante delle Agenzie, anche per individuare adeguate risorse per garantire la crescita professionale del personale e il riconoscimento delle specifiche responsabilità esercitate.

Lavoratrici e lavoratori dell'Agenzia delle Entrate di Brescia durante l'assemblea negli uffici di via Sorbanella

Share