5 luglio 2016

FIRMATA L’INTESA CON L’AGENZIA DELLE ENTRATE DELLA LOMBARDIA

MILANO: SEDE E LOGO AGENZIA DELLE ENTRATE

In data 4 luglio 2016 CGIL, CISL e UIL della Funzione Pubblica Lombarda hanno finalmente siglato il verbale di intesa sui temi alla base dello stato di agitazione che era stato proclamato dalle stesse il 19 aprile 2016.

Per la Cisl si tratta di un risultato soddisfacente per lo sviluppo della trattativa e per i contenuti dell’accordo sottoscritto. Un accordo a grande valenza politica che risponde ai bisogni e alle aspettative dei lavoratori. Lavoratori che hanno dimostrato una grande e determinante partecipazione alle iniziative di rivendicazione.

“L’accordo – dichiara Antonio Tira, Segretario Generale Cisl Funzione Pubblica Lombardia – è stato fortemente voluto dalla Cisl e risponde in termini innovativi e di merito ad una serie di istanze che per alcuni istituti si trascinavano da anni”

Il testo dell’intesa risponde compiutamente alle richieste della piattaforma rivendicativa e fornisce importanti risposte alla strutturazione di relazioni sindacali che vincolano le parti a principi di responsabilità, correttezza, buona fede e trasparenza, impegnando altresì anche le Direzioni Territoriali. Un accordo che dovrà trovare ora sviluppo anche a livello territoriale.

Questi i punti salienti dell’accordo in risposta alle richieste della piattaforma rivendicativa: Voluntary Disclosure, mobilità, razionalizzazione sedi, formazione, benessere personale, sicurezza/stress lavoro correlato, organici, responsabile del procedimento, tutela dipendente continua a leggere

VOLUNTARY DISCLOSURE Chiarezza è stata fatta sulle attività di VD che rientrano totalmente nelle attività di calcolo collegate al sistema incentivante. Altrettanto significativo l’impegno di puntuali, periodiche verifiche territoriali riconducibili all’impatto organizzativo derivante ed al monitoraggio dei piani di realizzazione. “Su tale tema – continua il Segretario Generale – è necessario rendere strutturale l’attività e procedere quindi alla verifica di un finanziamento dedicato ed aggiuntivo a tali funzioni agendo tali istanze al livello nazionale”.

MOBILITA’ Ottenuta la garanzia della stabilizzazione per il personale in distacco. Saranno pubblicati in tempi brevi i bandi dedicati alla mobilità da realizzare a gennaio e luglio 2017. La definizione variabile delle unità trasferibili in funzione delle nuove assunzioni è un ulteriore motivo di condivisione. Vengono inoltre fatte salve tutte le domande originate da particolari esigenze familiari e/o di particolare bisogno che la Direzione valuterà caso per caso. Importante il consolidamento del presente accordo in funzione di una strutturazione dell’istituto su base biennale a parità di regolamentazione che diventano certezze di trasparenza e di diritto anche per il futuro.

“Attraverso la mobilità – spiega Antonio Tira – nel giro di pochi mesi daremo importanti risposte ai bisogni di conciliazione delle famiglie. Siamo impegnati altresì alla verifica in meglio dei volumi e della distribuzione nei tempi della mobilità al fine di incrementare la soddisfazione delle aspettative dei lavoratori”.

RAZIONALIZZAZIONE SEDI Registrata la provvisorietà del piano di razionalizzazione presentato dalla Direzione e degli sviluppi a venire, oggi non preventivabili, ci si riserva di sviluppare incontri con la Regione Lombardia e l’ANCI. Viene confermata la clausola di garanzia per tutto il personale che rientra nei processi di chiusura e/o spostamento di uffici, nelle sedi in cui esprime preferenza. Rimane l’impegno per incontri di aggiornamento.

“E’ anacronistico – afferma Tira – che un processo di riforma della presenza dello Stato sul territorio non veda la presenza di Regione Lombardia e dei Comuni. La riduzione della spesa per affitti in una logica di lotta allo spreco deve trovare risposte nella centinaia di migliaia di metri cubi inutilizzati già di proprietà pubblica”.

FORMAZIONE Centralità della formazione, garanzia dell’informativa ai dipendenti dei moduli disponibili e delle segnalazioni a corsi individuali, confronto con le OO.SS nell’individuazione dei fabbisogni formativi.

BENESSERE PERSONALE Innovativa l’istituzione del tavolo tecnico regionale con compiti di rilevazione delle situazioni critiche da monitorare da parte della Direzione con informativa alle OO.SS.. In caso di particolari criticità territoriali saranno favoriti tavoli congiunti.

SICUREZZA/STRESS LAVORO CORRELATO Costituito gruppo di lavoro il 20 maggio 2016 con competenza per tutte le sedi lombarde. Costituzione dell’Osservatorio bilaterale con funzioni di indirizzo al gruppo di lavoro e compiti di consultazione degli attori previsti. Riunione annuale di rendicontazione tra Direzione, OO.SS e RLS e RSPP sugli interventi fatti e da fare.

“Il benessere del personale – spiega il Segretario Generale – e la sicurezza sul posto di lavoro è elemento centrale delle politiche sindacali e come Cisl siamo impegnati a verificare i modelli già consolidati per garantire al meglio i lavoratori”.

ORGANICI Relativamente agli organici è previsto un rinvio ad un incontro specifico entro novembre 2016

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Documento della DC del 15 giugno con nota regionale che impegna tutti i territoriali nella messa in atto delle procedure.

TUTELA DIPENDENTE Garanzie spese legali (eventuale anticipo) e tutele previste. Verifica altri strumenti presso la sede centrale.

L’Accordo non ha trovato la condivisione di tutto il tavolo sindacale. Le motivazioni della mancata adesione sono state rappresentate in una dichiarazione a verbale da parte delle sigle non firmatarie. “La responsabilità della CISL – conclude Antonio Tira – e delle altre sigle firmatarie permetterà ai lavoratori di beneficiare di una serie di istituti e di garanzie che miglioreranno le condizioni di lavoro degli stessi. Le motivazioni e le critiche adottate per la mancata adesione non ci convincono, ribadiamo la nostra convinzione di aver firmato un ottimo accordo, nel contesto normativo e contrattuale generale e che la CISL è impegnata a rivendicarne la piena applicazione. Abbiamo inoltre confermato che lo stato di agitazione continua per le parti riconducibili alla piena valorizzazione economica della voluntary disclosure e del rinnovo del contratto nazionale. Due temi che esulano dal tavolo regionale”.

In allegato ComunicatoIntesaReg04072016   CISL FP Lombardia su Intesa Reg.le AG. Entrate 

 

Share

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

RSS Feed Widget
TERRITORI
FORMAZIONE
SERVIZIO CIVILE


ARCHIVIO ARTICOLI: