in questa sezione
comparti LOGO
20 novembre 2019

ASST SANTI CARLO E PAOLO: APPROVATO IL REGOLAMENTO PER IL PART-TIME DEL PERSONALE DEL COMPARTO

imagesApprovato lo scorso 14 novembre 2019 presso l’ Azienda Socio Sanitaria Territoriale Santi Paolo e Carlo il Regolamento aziendale per il part-time del personale del comparto sanitario.

Il regolamento disciplina le modalità e le procedure  di trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale per il personale dipendente del comparto sanità con contratto a tempo indeterminato. Le prestazioni di lavoro rispetto alle 36 ore settimanali non potranno essere inferiori al 30% dell’orario a tempo pieno.

Le finalità principali sono quelle di migliorare l’efficienza dell’organizzazione aziendale agevolando la conciliazione della vita lavorativa con le esigenze personali e familiari per favorire la permanenza nell’ambito lavorativo dei dipendenti con particolari situazioni tra le quali quali figli minori a carico di norma fino ai 14 anni, familiari portatori di handicap, conviventi invalidi, dipendenti inserite nei percorsi di protezione antiviolenza, dipendenti affetti da patologie oncologiche o gravi patologie cronico-degenerative, dipendenti sottoposti a progetti di recupero o riabilitazione, agevolando inoltre la conciliazione della vita lavorativa e con gli studi e  consentendo lo svolgimento di altre attività lavorative.

“Il primo vero regolamento aziendale per tutti i dipendenti dei due presidi e del territorio  - dichiara Walter De Francesco Coordinatore Aziendale CISL FP ASST Santi Paolo e Carlo – un altro importante traguardo raggiunto con questa Amministrazione all’insegna della massima trasparenza e dell’uguaglianza fra tutti i dipendenti di questa nostra ASST. Altre importanti sfide ci attendono ma siamo convinti di portare a tutte le lavoratrici e i lavoratori altri ottimi risultati come questo appena ottenuto”.

Share

19 novembre 2019

QUOTA 100, OPZIONE DONNA, PENSIONE E FONDO PERSEO SIRIO ALL’ASSEMBLEA CISL FP ASST SANTI PAOLO E CARLO

assemblea CISL FP ASST SANTI PAOLO CARLO 201119In programma per il prossimo 20 novembre 2019 l’assemblea indetta dalla CISL Funzione Pubblica Milano Metropoli per tute le lavoratrici ed i lavoratori dell’Ospedale San Carlo Borromeo in programma dalle 14,45 alle 16,45 presso Sala Conferenze (sotto Chiesa) del Presidio Ospedaliero San Carlo – via Pio II, 3 – Milano.

Durante l’assemblea, realizzata in collaborazione con il patronato INAS di Milano, verranno approfondite le tematiche di quota 100, opzione donna, pensione anticipata/anzianità e Perseo Sirio, il fondo di previdenza complementare per i di pendenti pubblici.

Share

19 novembre 2019

ARPA LOMBARDIA: ASSEMBLEA CISL FP PER ISCRITTI E SIMPATIZZANTI IL PROSSIMO 22 NOVEMBRE

assemblea informativa CISL FP ARPA LombardiaIn programma per il prossimo 22 novembre l’assemblea indetta presso Arpa Lombardia dalla Cisl Funzione Pubblica Lombardia rivolta alle lavoratrici e ai lavoratori iscritti e simpatizzanti.

Appuntamento dalle 9,30 alle 13 presso la sala CDA della sede Centrale di Arpa Lombardia, l’incontro sarà inoltre esteso in videoconferenza in tutti i dipartimenti territoriali.

All’incontro parteciperà Laura Olivi Segretario regionale Cisl FP Lombardia.

In discussione all’ordine del giorno la rete dei servizi e delle convenzioni a disposizione degli iscritti, la tematica degli ordini professionali e dei relativi sviluppi e implementazioni, l’assicurazione colpa grave sanitaria e patrimoniale e lo stato dell’arte delle trattative aperte presso l’ente (progressioni economiche orizzontali, incarichi, accantonamento del 2,5%, conteggio ore e ticket pasto).

Share

18 novembre 2019

ASST MELEGNANO MARTESANA: VERIFICA I TUOI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI CON LA CISL FP

ASST Melegnano Martesana Verifica Contributi Previdenziali CISL FPLa CISL FP Milano Metropoli offre ai propri iscritti e a tutti i lavoratori dell’ ASST Melegnano Martesana la possibilità di verificare la correttezza dei versamenti pensionistici all’interno dell’Ospedale di Melzo. Una Delegata CISL FP interna provvederà ad una verifica dei contributi previdenziali attraverso il programma PROGEA.

Per usufruire di questo servizio sarà necessario munirsi di codice fiscale, documento d’identita e del PIN rilasciato dall’ Inps se già in possesso (in caso contrario sarà l’operatore CISL a richiederlo per voi contestualmente).

Fase 1 – Verificheremo attraverso le credenziali di ogni lavoratore lo stato di versamento dei contributi previdenziali.

Fase 2 – Il patronato Inas di riferimento in collaborazione con il nostro delegato confermerà la richiesta di ricognizione del conto corrente previdenziale.

Rivolgiti a noi presso l’AULA SINDACALE, Reparto di Radiologia, OSPEDALE DI MELZO – Ogni mercoledì dalle 13.30 alle 16.00; Per prenotare questo servizio contatta la Coordinatrice SAS – CISL FP, GIUSEPPINA DOSSI – cell. 339.387.3886

Share

14 novembre 2019

NUOVA GIORNATA FORMATIVA PER DELEGATE E DELEGATI CISL FP DELLA SANITA’ PAVESE

Giornata Formativa Delegate e delegati Sanità CISL FP PaviaContinua il percorso formativo attivato dalla segreteria territoriale Cisl Funzione Pubblica Pavia Lodi e rivolto alle delegate e ai delegati del comparto sanità.

Dopo la giornata formativa tenutasi lo scorso settembre a cui hanno partecipato gli operatori dell’ ASST di Lodi, si è tenuto quest’oggi a Pavia presso la sede Cisl Pavia Lodi, un nuovo approfondimento su nuovo CCNL e normativa di riferimento per operatrici e operatori dell’ Asst Pavia e di tutti gli enti della sanità del territorio provinciale.

All’incontro sono intervenuti Laura Olivi Segretaria regionale CISL FP Lombardia, Antonio Cassinari Segretario Generale CISL FP Pavia Lodi e Domenico Mogavino Segretario CISL FP territoriale.

“Siamo molto soddisfatti della buona riuscita di questo percorso formativo. - dichiara Antonio Cassinari Segretario Generale Cisl Funzione Pubblica Pavia Lodi –  Una scelta importante per dare alle nostre delegate e delegati gli strumenti fondamentali per poter garantire una tutela efficace e il giusto riconoscimento professionale di tutte le lavoratrici ed i lavoratori del comparto della sanità che quotidianamente garantiscono servizi essenziali per il nostro territorio”.

Share

13 novembre 2019

ASST G.PINI-CTO: RAGGIUNTO L’ACCORDO PER IL PASSAGGIO DI FASCIA PER IL 100% DEI LAVORATORI AVENTI DIRITTO

ASST PINI CTO - PEOSottoscritto in data 7 novembre 2019 presso l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale Gaetano Pini CTO l’accordo per l’attribuzione delle Progressioni Economiche Orizzontali (fasce) per tutte le lavoratrici ed i lavoratori aventi diritto. Un importante risultato per la Cisl Funzione Pubblica Milano Metropoli, raggiunto nell’interesse di ciascuno dei 237 lavoratori che ne beneficeranno, ovvero il 100% degli aventi diritto.

“Ancora una volta la sas CISL FP mantiene le promesse e gli impegni presi nei confronti di tutte le lavoratrici e i lavoratori, l’impegno messo in campo per il raggiungimento di questo risultato conferma la priorità della tutela dei lavoratori da parte di ciascun componente del nostro gruppo aziendale attraverso la concretizzazione delle PEO”.

In allegato volantino pini cto accordo fasce

Share

12 novembre 2019

FOCUS SU NUOVO CCNL E CONTRATTAZIONE DECENTRATA ALL’INCONTRO CISL FP CON POLIZIA LOCALE E SETTORE EDUCATIVO DELLE CITTA’ METROPOLITANE

___PHOTO-2019-11-12-12-42-08Grande partecipazione da parte delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto della polizia locale e del settore educativo scolastico al doppio incontro organizzato in data odierna dalla Cisl FP Nazionale in sinergia con la Cisl FP Territoriale di Milano presso la sala conferenze di Palazzo Reale.

Insieme a Maurizio Petriccioli Segretario Generale Cisl FP Nazionale, Laura Olivi Segretario Generale Cisl FP Milano Metropoli, Mauro Ongaro Segretario Cisl FP Lombardia, Silvio Scotti Direttore dell’ Area Riscossione del Comune di Milano, Giancarlo Cosentino Coordinatore Nazionale Cisl FP Polizia Locale,  Germana Caruso dell’area contrattazione Cisl FP Nazionale e Simona Mei del Coordinamento territoriale Cisl FP Milano Metropoli è stato approfondito il tema del nuovo contratto nazionale delle Funzioni Locali e della contrattazione decentrata nei due settori.

“Siamo soddisfatti della positiva risposta in termini di partecipazione – dichiara Laura Olivi Segretario Generale CISL FP Milano Metropoli – abbiamo voluto porre il focus in particolare sul Comune di Milano, ente che conta 14.646 dipendenti di cui circa 3000 della Polizia Locale e 3.200 circa del settore educativo che vanno a coprire nidi e scuole materne presenti sul territorio. Un’occasione per dare ascolto alle criticità e alle richieste dei lavoratori di questi due importanti settori e per condividere il percorso che come Cisl FP vogliamo intraprendere a tutela e per il riconoscimento della professionalità di chi quotidianamente assicura dei servizi essenziali per la cittadinanza, evidenziando come sicurezza ed educazione sono beni preziosi per costruire il domani insieme ai lavoratori e per ogni cittadino.  Nei prossimi mesi seguirà un focus specifico anche per i lavoratori dell’altrettanto fondamentale area tecnica/amministrativa”.

Tra le proposte esplicitate dell’organizzazione sindacale il riconoscimento del buono pasto per tutti i lavoratori e delle lavoratrici del Comune di Milano, costituzione di un Fondo, secondo la normativa vigente, ad inizio anno e utilizzo dello stesso con accordo sindacale, nuove indennità per l’area Polizia Locale e settore Educativo, il giusto e corretto inquadramento secondo declaratorie e profili, nuovo accordo sulle festività infrasettimanali secondo la normativa vigente, welfare integrativo ( conciliazione vita lavoro, supporto figli, anziani, trasporti) e per il settore educativo, visto l’obbligo di consumo del pasto come momento pedagogico, l’introduzione di un  menù per adulti, attenzione all’educatore di potenziamento che non deve coprire le assenze lunghe perchè il suo ruolo è di supporto al progetto educativo e di sostituzione in caso di brevi assenze.

 PHOTO-2019-11-12-12-42-08  DB1B9CE6-3B9ACA00-1-PHOTO-2019-11-12-15-29-07
Share

11 novembre 2019

Sanità privata, contratto ad una svolta? Serve chiarezza

Istituto Clinico Città di Brescia - Gruppo San Donato

Secondo alcune anticipazioni giornalistiche, Aiop Lombardia (l’associazione della sanità privata di impronta laica) avrebbe dato mandato ai propri consiglieri nazionali di approvare la proposta della conferenza delle Regioni e delle Province Autonome per il rinnovo del contratto della sanità privata bloccato da 13 anni, con un riconoscimento economico di 150 euro netti in più al mese.

LA REAZIONE SINDACALE

“Apprezziamo l’apertura e la disponibilità fatta da Aiop Lombardia – scrivono in una nota Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl – che non può però prescindere dal percorso contrattuale nazionale, dove, grazie alle nostre organizzazioni sindacali nazionali, si stanno sviluppando i vari articolati contrattuali, compreso l’allineamento economico tra i vari professionisti che svolgono medesime professioni tra pubblico e privato.

SOLUZIONI DIVERSIFICATE PER AMBITI TERRITORIALI SONO INACCETTABILI

“Riteniamo Aiop Lombardia componente importante di Aiop e ci auguriamo che il suo contributo sia utile alla positiva soluzione della vertenza. Vertenza che deve vedere una soluzione unica per tutto il territorio nazionale, infatti non sarebbero per noi accettabili soluzioni diversificate per ambiti territoriali.

MANCA ANCORA UNA DECISIONE DEL GOVERNO

“Va evidenziato che mentre per la parte normativa il confronto si sta sviluppando con incontri serrati tra Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl e le delegazioni nazionali Aris Aiop, per tutta la parte economica il confronto sta ancora aspettando di conoscere le soluzioni che il Governo dovrebbe adottare per sbloccare le risorse di cui dovrebbero beneficiare le aziende della sanità privata accreditata.

È PREMATURO PARLARE DI CIFRE

Risulta quindi quantomeno prematuro parlare di cifre incrementali mensili, per di più al netto. Riteniamo però utile ricordare che oltre ai benefici economici conseguiti nel settore della sanità pubblica, si devono aggiungere quelli mancanti del biennio economico mai riconosciuto: l’anno 2019 che sta per scadere e tutto il periodo precedente di vacanza contrattuale”.

Share

8 novembre 2019

PREPARATI AL CONCORSO DEL POLICLINICO DI MILANO PER ASSISTENTE AMMINISTRATIVO: ECCO IL CALENDARIO DEL CORSO CISL FP

Corso CISL FP MI preparazione concorso amm.vo PoliclinicoLa CISL FP Milano Metropoli organizza un corso al fine di formare i candidati che affronteranno il concorso pubblico indetto dal POLICLINICO di MILANO, che seleziona per titoli ed esami n. 38 posti per la figura di ASSISTENTE AMMINISTRATIVO (cat. C) tempo indeterminato. Il corso sarà sviluppato in 5 lezioni, incentrato sulle tematiche di maggior rilievo e sulle specifiche competenze richieste dal profilo professionale.

Il corso si svolgerà ne lla sede Cisl di via Tadino, 23 ( MM Lima) sala Brodolini:

21 – 26 novembre e 6 dicembre ore 16:00/19.30
Elementi di diritto amministrativo – CCNL Sanità 2016-2018;
T.U. 81/2008 “Testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro”;
Privacy – Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali n. 679/2016
POAS – Piano organizzazione Aziendale Strategico – Riforma degli IRCSS
Codice di comportamento etico aziendale
Elementi di legislazione sanitaria – Atti amministrativi e prova pratica.
28 novembre e 17 dicembre ore 16:00/20:00
Contrattualistica sugli appalti delle P.A.
Esecuzione tutela acquisti centralizzati – Controllo di gestione
Il bilancio di un’azienda consuntivo e preventivo
Qualificazioni giuridica delle stazioni appaltanti
Fasi del procedimento amministrativo / R.u.p.
Responsabilità, giustizia e patologia amministrativa

COSTI: Per gli iscritti CISL FP il corso è GRATUITO!
Per i non iscritti rivolgersi a:

Luciano Cetrullo 338/3367424 Responsabile Aziendale S indacale CISL FP
Rossella Delcuratolo 351/9171491 r. delcuratolo@cisl.it O pera tore P olitico CISL FP

Share

6 novembre 2019

Mediazione fallita. Verso lo sciopero i 1.600 dipendenti del Comune di Brescia

La “procedura di raffreddamento del conflitto” convocata dal Prefetto per scongiurare lo sciopero dei lavoratori del Comune di Brescia è fallita. Di fronte alle richieste della RSU, l’Amministrazione comunale ha confermato una posizione che per Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl, Diccap e Orma mira alla compressione dei diritti contrattualmente garantiti ai lavoratori, con una totale mancanza di rispetto delle prerogative di rappresentanza sindacale.

Inevitabile a questo punto l’avvio delle procedure di indizione dello sciopero per tutto il personale del Comune di Brescia.

Oggetto della trattativa sindacale che si è interrotta sono le festività infrasettimanali – il relativo trattamento economico – e la modifica dell’articolazione dell’orario di lavoro dei turnisti, la produttività e le progressioni contrattuali. Se per i primi punti della vertenza sono i 400 turnisti del Comune (Polizia Locale, autisti dei trasporti sociali, ausiliari scolastici, dipendenti dell’Ufficio di Gabinetto, custodi di Palazzo Loggia e Palazzo Rizzotti,  addetti al Settore informatica) ad essere più direttamente interessati, il resto delle rivendicazioni coinvolge tutti i 1.600 dipendenti comunali.

La “procedura di raffreddamento del conflitto”, prevista dalla legge che regola il diritto di sciopero nei servizi pubblici era stata richiesta dalle organizzazioni sindacali nel tentativo di superare le posizioni di chiusura dell’Amministrazione comunale.

Share