in questa sezione
comparti LOGO
1 luglio 2019

A MILANO ASSEMBLEA REGIONALE UNITARIA DELLE LAVORATRICI E DEI LAVORATORI INAIL

inail lombardiaSi terrà domani dalle 10 alle ore 14 l’ Assemblea sindacale unitaria delle lavoratrici e dei lavoratori delle sedi Inail della Lombardia, indetta dalle segreterie regionali di FP CGIL, CISL FP, UIL PA e CONFINTESA presso la sede Inail in Corso Di Porta Nuova a Milano.

L’assemblea rientra nell’iniziativa del nazionale Fp Cgil, Cisl Fp, UilPa e Confintesa Fp che hanno promosso l’indizione di assemblee unitarie su tutto il territorio nazionale per martedì 2 luglio a sostegno dell’azione sindacale volta a tutelare tutti i lavoratori e la qualità dei servizi che l’Istituto eroga quotidianamente all’ utenza.

Anche l’assemblea lombarda sarà occasione per approfondire e fare il punto in merito a tutte le problematiche che stanno emergendo e che stanno minando le condizioni minime di benessere organizzativo di lavoratrici e lavoratori su tutto il territorio regionale:  scarsa qualità delle relazioni sindacali;  Innovazioni tecnologiche e procedure informatiche non gestite; ritardi nelle doverose risposte al Personale in tema di valorizzazione delle professionalità e riconoscimenti economici;  attenzione non adeguata alla delicata fase della valutazione dell’apporto partecipativo individuale;  criticità legate al mancato recupero del turn over.

All’ Assemblea parteciperanno anche i Coordinatori Nazionali G. Oberosler  FP Cgil, M. Molinari  Cisl FP, D. Di Cristo UIL PA e F. Savarese Confintesa FP.

In allegato comunicato CISL FP Inail Nazionale 18giugno

 

Share

26 giugno 2019

GIUSTIZIA: ANCHE IL PERSONALE LOMBARDO IN SCIOPERO GENERALE IL 28 GIUGNO

giustiziaAnche il personale lombardo del Ministero della Giustizia aderirà il prossimo 28 giugno 2019 allo sciopero proclamato dai sindacati nazionali Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Pa.

Le OO.SS. denunciano una situazione drammatica con gravissime carenze di personale anche tenendo conto del futuro vuoto di organico previsto per il 2021 e che interesserà circa il 50% del personale.

Sia a livello nazionale che per la Lombardia il quadro che si registra è quello di una grande fetta di personale in servizio anziano, demotivato e pagato meno di tutti gli altri lavoratori pubblici. Una situazione che mette a serio rischio l’apertura degli uffici giudiziari in tutto il territorio nazionale.

FP CGIL, CISL FP e UIL PA sono ancora senza risposte da parte del  Ministro Bonafede rispetto alle richiesta di realizzare un’intervento su due piani: quello assunzionale, rispetto al quale, nonostante l’annuncio di nuove risorse al momento non risulta adeguato alla esigenze delle strutture e quello relativo alla valorizzazione della professionalità e delle competenze di lavoratrici e lavoratori in servizio attraverso un piano efficace di riqualificazione del personale e formazione.

In Lombardia diverse le iniziative messe in campo nei diversi territori provinciali con assemblee delle lavoratrici e lavoratori in preparazione alla giornata dello sciopero, per il 28 giugno sono invece previste iniziative di volantinaggio e presidi, oltre alla richiesta di incontro al Prefetto di Milano da parte delle Organizzazioni Sindacali per illustrate la situazione di disagio che sta vivendo il settore della Giustizia.

“Anche le lavoratrici e i lavoratori del Ministero della Giustizia della nostra regione – dichiara Antonio Cassinari Segretario regionale Cisl Funzione Pubblica Lombardia – aderiranno allo sciopero del 28 giugno. La situazione è grave e sempre più insostenibile, bisogna rispettare i diritti di questi lavoratori che si trovano ad operare quotidianamente in grande difficoltà vista la forte carenza d’organico e l’aumento dei carichi di lavoro, non si può mettere a repentaglio la funzionalità stessa di uno dei servizi più importanti che lo stato deve garantire ai propri cittadini.”

Share

22 maggio 2019

DELEGATE E DELEGATI CISL FP LOMBARDIA FUNZIONI CENTRALI IN ASSEMBLEA

____PHOTO-2019-05-22-11-13-04Grande partecipazione questa mattina a Milano all’assemblea regionale delle delegate e dei delegati CISL Funzione Pubblica del comparto Funzioni Centrali organizzata dalla segreteria regionale CISL FP Lombardia presso la Sala Brodolini della sede Cisl Milano Metropoli di Via Tadino 23.

I delegati provenienti dagli enti dello Stato, dei Ministri, delle Agenzie Fiscali e degli Enti Pubblici non Economici presenti in tutti i territori lombardi, alla presenza del Segretario Nazionale CISL FP Angelo Marinelli hanno approfondito lo stato dell’arte del Contratto Nazionale del comparto, il  nuovo sistema di classificazione ed inquadramento professionale da inserire nel CCNL 2019 – 2021 e le linee guida della Cisl FP Nazionale per il rinnovo CCNL 2019-2021.

 PHOTO-2019-05-22-11-13-04  ___PHOTO-2019-05-22-11-13-04  PHOTO-2019-05-22-10-52-23  PHOTO-2019-05-22-11-13-05
Share

17 aprile 2019

UFFICI GIUDIZIARI LOMBARDI: LA SITUAZIONE E’ GRAVISSIMA E INGESTIBILE, LE OO.SS. CHIEDONO UN INCONTRO URGENTE

giustizia: uffici giudiziari problematiche“La situazione in cui versano gli uffici giudiziari sul territorio nazionale è gravissima ed è destinata a diventare ingestibile in conseguenza dell’annunciato esodo di lavoratori nel prossimo triennio”. Per questo motivo FP CGIL, CISL FP e UIL PA della Lombardia, in una lettera indirizzata al Presidente della Corte d’ Appello di Milano e al Procuratore Generale della Repubblica di Milano, hanno chiesto un incontro urgente per aprire un confronto sulla situazione riguardante gli uffici giudiziari del territorio regionale.

I dati di fonte ministeriale fotografano a pieno la drammaticità del momento: al 7 gennaio 2019 le vacanze di organico, sul territorio nazionale, erano pari a 9.573 unità, il 21,93% della dotazione organica (al netto delle nuove assunzioni); solo nel 2018 ci sono state 2.330 cessazioni dal servizio; in conseguenza dell’età avanzata del personale (quindi non solo per l’applicazione della cd quota cento), secondo le proiezioni del Dipartimento dell’organizzazione giudiziaria, nel triennio 2019/2021 ci saranno 10.685 pensionamenti e di questi 7.158 nel solo 2019. Nella sostanza in tutti i distretti il personale in servizio negli uffici giudiziari risulterà in pratica dimezzato entro il 2021. In alcuni distretti si supererà il 50% di scopertura.

Le OO.SS. sottolineando “la necessità di nuove assunzioni ma anche la valorizzazione dal punto di vista professionale e l’incentivazione dal punto di vista economico del personale attualmente operativo negli uffici, indicando quindi come priorità la definizione della programmazione del piano assunzioni e l’attivazione al più presto delle procedure, attraverso la pubblicazione dei relativi bandi, che consentano agli uffici di attingere nell’immediatezza e dall’interno a quelle professionalità che occorrono per mandare avanti gli uffici giudiziari valorizzando e mettendo a frutto l’esperienza che i lavoratori hanno maturato in anni ed anni di servizio, assumendosi responsabilità che sono andate ben oltre quelle previste dal profilo professionale di appartenenza”.

“Una situazione grave e preoccupante – dichiara Mauro Ongaro Segretario Generale CISL FP Lombardia – auspichiamo l’apertura di un confronto serio e serrato, anche nelle sedi provinciali lombarde degli uffici giudiziari, per trovare soluzioni adeguate a scongiurare il malfunzionamento del sistema giustizia e le conseguenti ripercussioni non solo sui lavoratori ma anche sulla collettività”.

In allegato NotaUnitaria_16apr2019

Share

5 aprile 2019

Contratti: Cgil Cisl Uil, 15 aprile attivo nazionale Sanità Privata con Landini, Furlan e Barbagallo

Sanità Privata CISL FP Roma

Tempo scaduto, dopo 12 anni è ora di rinnovare il contratto della Sanità privata. Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl promuovono per lunedì 15 aprile un Attivo nazionale della Sanità privata che si terrà a Roma, presso l’Auditorium Carlo Donat-Cattin, in via Rieti 13, a partire dalle ore 10 e alla presenza dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo, e dei segretari generali delle tre relative categorie, Serena Sorrentino, Maurizio Petriccioli e Michelangelo Librandi.

Al centro della iniziativa del 15 aprile, la vicenda relativa al rinnovo di un contratto, quello della Sanità Privata, scaduto da 12 anni e che interessa una platea di lavoratrici e lavoratori pari a circa 300 mila persone. “Dopo 12 anni le aziende ci dicono che per il ‘rinnovo’ del contratto della Sanità privata sono disposte a mettere a disposizione 0 euro. È una vergogna”, fanno sapere Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, chiamando in causa le controparti, Aiop (Associazione Italiana Ospedalità Privata) e Aris (Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari): “Il tempo è scaduto, se Aiop e Aris vogliono riaprire il tavolo del rinnovo del contratto nazionale, la base di partenza per noi è la garanzia di ottenere le stesse condizioni del pubblico”.

Allo stato, infatti, le trattative per il rinnovo del contratto sono interrotte, fanno sapere i sindacati, “dopo l’indisponibilità delle controparti a prevedere aumenti contrattuali, e l’Attivo nazionale del 15 aprile, alla presenza dei segretari generali delle tre confederazioni, sarà un nuovo passaggio della mobilitazione che cresce e continua nei territori per il rinnovo del contratto: basta con i ricatti, non siamo più disposti a tollerare questa situazione, pretendiamo dignità e rispetto nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori”, concludono.

Share

4 aprile 2019

IL 9 APRILE ATTIVO REGIONALE DELEGATE E DELEGATI COOPERATIVE SOCIALI

Attivo regionale Coop Sociali 090419Attivo Cisl FP Lombardia delle delegate e dei delegati delle Cooperative Sociali in programma il prossimo 9 aprile 2019 dalle ore 9,30 alle ore 13,30 c/o la sala Brodolini sede UST Cisl Milano Metropoli Via Tadino 23, 20124 – Milano.

In discussione all’ordine del giorno il nuovo CCNL Cooperative Sociali 2017-2019.

All’incontro parteciperanno Franco Berardi Segretario Nazionale CISL FP e Massimiliano Marzoli Coordinatore Nazionale CISL FP Terzo Settore.

La partecipazione sarà inoltre allargata a delegate e delegati delle regioni limitrofe.

Per consentire la partecipazione a quanti non potranno presenziare all’incontro del mattino è previsto un ulteriore incontro ristretto (max 25 posti) nel pomeriggio dalle ore 15 alle ore 18 presso la sede regionale CISL FP Lombardia di Viale Lunigiana 42 a Milano, fino ad esaurimento posti per partecipare contattare la CISL FP Lombardia fp.lombardia@cisl.it tel. 02/6690904.

Share

3 aprile 2019

I.C.S. MAUGERI: L’IMPEGNO DELLE OO.SS. PER GARANTIRE LIVELLI STIPENDIALI E OCCUPAZIONALI

maugeri_1Nella giornata di ieri si è svolta la riunione fra le delegazioni delle Organizzazioni sindacali del Comparto, della Dirigenza Medica, SPTA e la delegazione trattante di I.C.S. Maugeri.

Nell’incontro il Direttore Generale della Maugeri ha informato le OO.SS. della reale situazione produttiva e finanziaria a fronte di quanto apparso recentemente sugli organi di stampa.

Nello specifico è stata illustrata la situazione determinatasi a fronte dell’adozione, da parte della Regione Lombardia, delle delibere della Giunta Regionale con cui vengono modificati, a posteriori, i meccanismi di maggiorazione tariffaria previsti sin dal 2011, per le prestazioni erogate da tutti gli IRCCS e da tutte le Aziende sedi di didattica universitaria, pubblici e privati, della Lombardia.
Per la Maugeri tale modifica comporta una richiesta di recupero, rispetto a quanto già erogato in termini di acconto sulle prestazioni già fornite ai cittadini dal 2012 al 2017, di circa 33 milioni di euro.

La Maugeri ha già presentato ricorso al Tar della Lombardia sulla delibera in questione, chiedendo contestualmente la sospensione degli effetti che renderebbero la situazione estremamente critica.
Oltre agli effetti negativi sul pregresso, si è evidenziato che tale diversa modalità di calcolo potrebbe determinare una consistente riduzione del volume delle attività, a partire dal 2019, con pesanti ricadute sulle prestazioni garantite alla cittadinanza e con effetti negativi sull’occupazione.

Le OO.SS. Regionali, preso atto dell’informativa ricevuta, intendono agire in tutte le sedi e con le iniziative più opportune atte a garantire i livelli occupazionali e stipendiali, hanno già predisposto la richiesta d’incontro urgente con il Presidente della Regione Lombardia, al fine di valutare le ricadute occupazionali e prestazionali.

In allegato comunicato 2.4.2019 OO.SS. Maugeri

Share

29 marzo 2019

RINNOVO CCNL COOPERATIVE SOCIALI: ANCHE IN LOMBARDIA SODDISFAZIONE PER L’IMPORTANTE RISULTATO

Rinnovo coop sociali CISL

Grande soddisfazione in casa CISL per la firma della pre-intesa per il rinnovo del CCNL Cooperative sociali 2017-2019 “Anche la Lombardia esprime la propria soddisfazione per un risultato importante – dichiara Mauro Ongaro Segretario Generale Cisl Funzione Pubblica Lombardia – per tutte le lavoratrici e i lavoratori che quotidianamente assicurano servizi fondamentali per il welfare del nostro paese che aspettavo da 6 anni questo rinnovo”.

“Molteplici i risultati che, grazie all’impegno dei nostri colleghi sul tavolo nazionale, siamo riusciti a portare a casa – prosegue Ongaro – aumento di 80 euro dello stipendio  tabellare, relazioni sindacali rafforzate, applicazione parte economica e parte normativa, contrattazione decentrata rafforzata su fruizione dei tempi di vestizione e banca delle ore, maggiori tutele tra cui quelle per le lavoratrici e i lavoratori affetti da gravi patologie e l’introduzione dei congedi per donne vittime di violenza, e diverse le misure introdotte rispetto al mercato del lavoro, alla previdenza complementare, al contrasto al precariato e alle stabilizzazioni, definizione delle figure professionali e  assistenza sanitaria integrativa”.

“Ora – conclude il Segretario CISL FP Lombardia – in tutti gli enti partono le assemblee con i lavoratori per l’approvazione dell’ipotesi di CCNL sottoscritto”

Scarica i volantini: Unit rinnovo ccnl coop   volantino CISL FP CoopSociali

Scopri i tabellari volantino COOP Sociali tabella aumenti

 
 
 
Share

26 marzo 2019

AGENZIA DELLE ENTRATE ANCHE IN LOMBARDIA IL 2 APRILE SCIOPERO DEL PERSONALE

agenzia-entrate SCIOPERO 2 APRILE

Venerdì 22 marzo si è tenuto presso il Ministero del Lavoro il tentativo di conciliazione obbligatorio, attivato da Fp Cgil, Cisl Fp, Uilpa, Confsal/Unsa e Flp nell’ambito dello stato di agitazione dei lavoratori dell’ Agenzia delle Entrate per la mancata definizione ed erogazione dei Fondi 2016 e 2017.

“L’Agenzia non ha fornito alcun nuovo elemento in relazione alla paventata decurtazione delle risorse afferenti ai citati Fondi, limitandosi a chiedere ulteriore tempo per risolvere dubbi interpretativi, a nostro giudizio incomprensibili anche a causa di una reiterata reticenza sui motivi e sulla reale portata dei dubbi stessi”.

A fronte della totale chiusura dell’Agenzia, le OO.SS. hanno dichiarato fallito il tentativo di conciliazione e hanno proclamato una giornata di sciopero nazionale dei lavoratori dell’Agenzia delle Entrate per il prossimo 2 APRILE 2019.

Anche il personale della Lombardia aderisce allo sciopero e in tutte le sedi del territorio saranno indette assemblee e iniziative di sensibilizzazione per ribadire con forza la necessità dello sblocco delle risorse dei fondi 2016 e 2017 per un concreto riconoscimento di lavoratrici e lavoratori che quotidianamente svolgono con impregno,professionalità e competenza il proprio lavoro.

In allegato CS unitario nazionale sciopero 2 aprile Agenzia Entrate

Share

5 marzo 2019

SANITA’ PRIVATA: ANCHE IN LOMBARDIA CONTINUA LA MOBILITAZIONE DEI LAVORATORI! DICIAMO BASTA A QUESTA VERGOGNA!

Volantino unitario Lombardia sanità privataAnche in Lombardia continua la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori della Sanità Privata a sostegno della vertenza nazionale di FP CGIL, CISL FP e UIL FPL.

Lo stato di agitazione del personale delle strutture sanitarie private del territorio lombardo è partito dall’ interruzione delle trattative a livello nazionale dello scorso 22 febbraio 2019.

Una situazione paradossale che vede i lavoratori in attesa del rinnovo contrattuale da ormai 12 anni e la parte datoriale che continua a tergiversare.

Stanchi di questo approccio, OO.SS. e lavoratori  hanno annunciato la ripresa delle iniziative di mobilitazione con maggiore intensità fino alla soluzione di una vicenda vergognosa.

STOP A QUESTA VERGOGNA! CONTRATTO SUBITO!

In allegato i volantini della mobilitazione:

Volantino unit mob Lomb san privata 1

Volantino unit mob Lomb san privata 2

 

 

Share