17 settembre 2019

SANITA’ PRIVATA: RIAPRE LA TRATTATIVA PER RINNOVO CCNL, SOSPESO LO SCIOPERO DEL 20 SETTEMBRE

Riaperta la trattativa per il rinnovo del CCNL Sanità Privata, un passo in avanti raggiunto grazie all’ampia mobilitazione da parte di lavoratrici e lavoratori messa in campo nei mesi scorsi e all’esito dell’incontro tenuto questa mattina, a Roma, presso il Ministero della Salute, tra il Ministro Roberto Speranza, la Conferenza delle Regioni, le delegazioni di Aris e Aiop e le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Fp, Uil Fpl.

Le OO.SS. preso atto della volontà delle parti datoriali di riprendere le trattative, con un incontro il prossimo 19 settembre che avrà al centro il tema della valutazione delle disponibilità economiche utili alla sottoscrizione del CCNL e la definizione del calendario di successivi incontri e in ragione di tale dichiarata volontà hanno deciso quindi di sospendere lo sciopero nazionale del prossimo 20 settembre, confermando però lo stato di agitazione ma annullando le iniziative previste per la giornata del 20.

“Nel prossimo incontro - dichiarano FP CGIL, CISL FP e UIL FPL in una nota nazionale unitaria -, con la definizione di un serrato calendario di appuntamenti, perseguiremo l’obiettivo di procedere celermente al rinnovo del contratto, per dare risposte e forza alle richieste delle lavoratrici, dei lavoratori e dei professionisti della sanità privata accreditata che attendono venga esercitato il diritto al contratto dopo 13 lunghi anni di attesa”.

“Il 25 settembre – proseguono le OO.SS. – abbiamo concordato di incontrarci nuovamente, alla presenza delle delegazioni del Ministero della Salute e della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, al fine di consegnare elementi utili alla Conferenza delle Regioni per intervenire con strumenti normativi che accelerino la risoluzione di questa fondamentale vertenza che riguarda le vite di 300mila operatori del settore. Vogliamo, infine, ringraziare il Ministro Speranza e la Conferenza delle Regioni per il ruolo svolto oggi nel dare una svolta alla trattativa per il rinnovo del contratto della Sanità Privata, ora c’è bisogno che le controparti, Aris e Aiop, siano coerenti con gli impegni assunti al tavolo”.

In allegato  Nota unitaria nazionale incontro Ministero Salute 17.9.2019  e Verbale Ministro 17 Settembre 2019

 

Share

16 settembre 2019

20 SETTEMBRE: SCIOPERO GENERALE SANITÀ PRIVATA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO. I PRESIDI UNITARI IN LOMBARDIA

Cisl FP LombardiaPer venerdì prossimo, 20 settembre, FP CGIL – CISL FP e UIL FPL hanno proclamato lo sciopero generale nazionale della sanità privata, per rivendicare il legittimo diritto delle lavoratrici e dei lavoratori al rinnovo del contratto, bloccato da 13 anni.

Le controparti datoriali Aris e Aiop finora hanno misconosciuto questo diritto ai circa 300mila operatrici e operatori del settore privato (tra amministrativi, infermieri, tecnici di radiologia, operatori socio-sanitari, fisioterapisti e professionisti della salute) e sul nostro territorio c’è stato pure il tentativo di alcune aziende sanitarie di far fallire lo sciopero anche con erogazioni unilaterali di anticipi economici sui futuri rinnovi contrattuali. Un’azione strumentale volta a contrastare l’iniziativa sindacale e che abbiamo già denunciato nei giorni scorsi. La strada giusta è quella del rinnovo del contratto, strumento sia di regolazione economica sia normativa.

Lo sciopero del 20 settembre è organizzato a livello territoriale. In Lombardia, dopo lo sciopero regionale dello scorso giugno, sono continuate iniziative di sensibilizzazione che si sono intensificate in queste ultime settimane, con assemblee, sit-in e volantinaggi. Per venerdì 20 di seguito le iniziative nei nostri territori a oggi confermate:
Bergamo – dalle ore 10:00 alle 12:00 presidio davanti a Confindustria con richiesta di ricevere la delegazione unitaria. Brescia – ore 8:00 concentramento e presidio davanti alla Poliambulanza, ore 9:00 presidio davanti all’Istituto clinico Città di Brescia, ore 9,30 corteo da metro San Faustino fino alla Prefettura. Como – ore 9:00 Presidio davanti all’Ospedale Valduce di Como e, in contemporanea, presidio davanti all’Ospedale Fatebenefratelli di Erba. Cremona – ore 9:30 presidio davanti alla Clinica San Camillo. Lodi – dalle ore 10:00 alle 12:00, presidio davanti al Fatebenefratelli di San Colombano al Lambro. Mantova – dalle ore 9:00 alle 15:00 presidio davanti all’Ospedale S. Pellegrino di Castiglione delle Stiviere. Milano – dalle ore 9:30 alle 11:30 presidio in Piazza Fontana. Monza Brianza – dalle ore 9:00 alle 12:00 presidio davanti al Policlinico. Pavia -dalle ore 10:00 alle 12:00 presidio davanti alla Prefettura. Varese – dalle ore 9:30 alle 12:00 presidio in Piazza Libertà 1.

Domani il Ministro della Sanità ha convocato per la prima volta tutte le parti coinvolte in questa difficile e dura trattativa. Auspichiamo che le controparti datoriali si assumano finalmente le proprie responsabilità. In questi anni le aziende hanno fatto profitti ma senza riconoscerne merito alle lavoratrici e ai lavoratori che hanno sempre garantito alla cittadinanza un servizio basilare, anche facendo sacrifici.
Come segreterie regionali FP CGIL – CISL FP – UIL FPL della Lombardia sollecitiamo per l’ennesima volta Aris e Aiop a cambiare atteggiamento e a dare risposte positive e risolutive.

In allegato CS unitario iniziative unitarie Sciopero San Privata in Lombardia

Share

14 settembre 2019

IL PUNTO DI FP CGIL, CISL FP E UIL FPL SULLA TRATTATIVA CON LA DIREZIONE GENERALE WELFARE DI REGIONE LOMBARDIA

punto trattativaIn data 12 settembre 2019 si è svolto un incontro tra le Segreterie Regionali di FP CGIL, CISL FP e UIL FPL e la Direzione Generale del Welfare, per continuare ed approfondire i numerosi temi riguardante il personale precario, la riorganizzazione della rete ospedaliera (DEA 1° e 2° livello, POT e PREST) e la successiva approvazione dei POAS aziendali.

Le segreterie hanno ulteriormente sollecitato una mappatura dei lavoratori precari impiegati dalle ASST e ATS con qualsiasi tipo di contratto al fine di verificare l’andamento del processo di stabilizzazione del personale nelle aziende.

Le OO.SS. hanno fortemente lamentato i ritardi di questa mappatura e del rilevamento del fabbisogno del personale, in quanto i criteri adottati dalle singole aziende non è omogeneo con indicatori diversi da territorio a territorio. Queste criticità stanno determinando una grave sofferenza del personale per le condizioni e i carichi di lavoro che oggi vivono, inoltre senza le necessarie autorizzazioni regionali le aziende non potranno sostituire il personale mancante anche in previsione dell’effetto “quota 100” che inevitabilmente impoverirà ulteriormente gli organici.

FP CGIL, CISL FP e UIL FPL stanno valutando le azioni da intraprendere qualora la regione in tempi celeri non fornisca le necessarie risposte ai Lavoratori del SSR che oggi pretendono un riscontro positivo per possa migliorare le loro condizioni di lavoro.
Sono stati inoltre affrontati i temi riguardanti l’accordo sulle relazioni sindacali, l’inquadramento del personale NUE 112 di AREU e riportate alcune criticità segnalate dai territori.

In allegato COMUNICATO_CGIL_CISL_UIL_12_settembre

Share

13 settembre 2019

VERTENZA SANITA’ PRIVATA: UNICA SOLUZIONE SUBITO IL RINNOVO DEL CCNL!

dt_160928_nurse_clock_800x600Comunicato unitario delle Segreterie regionali di FP CGIL, CISL FP e UIL FPL in risposta alle decisione dell’Istituto Auxologico Italiano di Milano di corrispondere anticipi sui futuri aumenti contrattuali a tutti i lavoratori della struttura.

“Abbiamo appreso della decisione dell’Istituto Auxologico Italiano di Milano di corrispondere anticipi sui futuri aumenti contrattuali a tutti i lavoratori della struttura. La comunicazione dell’Istituto avviene a pochi giorni dallo sciopero nazionale e dalle mobilitazioni attivate nelle varie strutture e si configura come un’azione strumentale di contrasto alle iniziative delle OO.SS. Vogliamo ricordare la grave situazione determinata dall’atteggiamento di chiusura delle controparti sul rinnovo del CCNL nazionale che ha portato queste OO.SS. ad attivare azioni di mobilitazione (manifestazioni, assemblee e scioperi)”.

“La soluzione non può essere quella di corrispondere anticipi economici ma dev’essere quella di arrivare al più presto alla sottoscrizione del nuovo CCNL. Il CCNL non prevede solo le risorse economiche ma anche gli istituti giuridici per tutelare e rafforzare i diritti delle lavoratrici e dei lavoratori della sanità privata e delle loro professioni. Continueremo il nostro percorso di mobilitazione con ancora più determinazione con un unico obiettivo: rinnovare il CCNL di lavoro scaduto ormai da più di 12 anni. Per questo chiediamo a tutte le lavoratrici e i lavoratori di aderire con ancora più energia e presenza a tutte le iniziative messe in campo sul nostro territorio regionale”.

In allegato Comunicato unitario OO.SS. su decisione Istituto Auxologico Italiano

Share

4 settembre 2019

MOBILITAZIONE RINNOVO CCNL SANITA’ PRIVATA : AL VIA IN LOMBARDIA LE INIZIATIVE PER LO SCIOPERO NAZIONALE DEL 20 SETTEMBRE

Sanità Privata verso lo sciopero per il rinnovo CCNLSi avvicina la data dello sciopero nazionale generale della Sanità Privata indetto dalle Segreterie Nazionali FP CGIL, CISL FP e UIL FPL per il prossimo 20 settembre 2019 data in cui le operatrici e gli operatori del settore privato di tutto il territorio nazionale  scenderanno in piazza per chiedere il rinnovo del contratto.

Anche in Lombardia le OO.SS. regionali e territoriali al fianco dei lavoratori  si stanno attivando con assemblee e iniziative su tutto il territorio per sostenere la mobilitazione nazionale.

Le Organizzazioni sindacali regionali ribadiscono che solo con un equo salario, maggiore dignità e il giusto riconoscimento professionale possono essere le uniche vie per superare il malessere e le difficoltà in cui operano attualmente le lavoratrici e i lavoratori del settore privato lombardo causato dall’irresponsabilità e dall’insensibilità della parte datoriale che continua a non dare risposte dopo oltre 12 anni di mancato rinnovo del contratto.

Lo sciopero  riguarderà i lavoratori e le lavoratrici di tutti gli enti e strutture della sanità privata comprese le RSA che applicano i contratti ARIS e AIOP RSA.

Share

 VIDEO - Intervento Maurizio Petriccioli ad UnoMattina
facebook        
 Square_IlFuturoE╠ÇServiziPubblici
 DM Elenchi speciali ad esaurimento Professioni SanitarieBasta limiti alla contrattazione volantino unitario
 rinnovo polizza
 
 Volantino chiarimenti artt.37 e 40 CCNL Sanità
 Organismo paritetico per l'innovazione
 ticket buoni pasto ccnl san pub
 
 inas cisl il tuo patronato
 lavoro pubblico
 assicurazione
 ICONA CODICE ETICO
 CISL NazionaleCISL Nazionale
 CISL FP NazionaleCISL FP Nazionale
  CISL LombardiaCISL Lombardia
 
RSS Feed Widget
TERRITORI
FORMAZIONE
SERVIZIO CIVILE


ARCHIVIO ARTICOLI: