12 luglio 2018

SANITA’ PRIVATA E TERZO SETTORE, DA SETTEMBRE INIZIATIVE IN TUTTA LA LOMBARDIA A SOSTEGNO DELLE TRATTIVE PER IL RINNOVO DEI CONTRATTI

CISL FP, FP CGIL E UIL FPL LOMBARDIA: RICONOSCERE LA GIUSTA REMUNERAZIONE AI LAVORATORI DI QUESTI COMPARTI
 
Da settembre in tutta la Lombardia partiranno iniziative unitarie, a livello territoriale, a sostegno dei tavoli di confronto sui contratti della sanità privata e del Terzo settore. Lo hanno annunciato questa mattina, nel corso dell’attivo regionale unitario, i sindacati di categoria Cisl Fp, Fp Cgil e Uil Fpl della Lombardia. L’iniziativa con i delegati del “terzo settore” e “della sanità privata” all’interno di una mobilitazione organizzata a livello nazionale, che preannuncia e prepara a una stagione di forti impegni e di mobilitazione, quale sarà il prossimo autunno.

In questi anni il pubblico impiego ha perso tanto personale, in particolare nelle autonomie locali, mentre il Terzo settore è in crescita: in Lombardia, secondo i dati Istat, tra il 2011 e il 2015 è cresciuto del 15,7%.
La gestione regionale e la devoluzione di alcune attività, nello specifico sanitarie e socio sanitarie, attraverso gli accordi sottoscritti con lo stato consegnano un ruolo decisivo al livello locale nella programmazione e pianificazione delle risorse.

Cisl Fp, Fp Cgil e Uil Fpl della Lombardia chiedono quindi che finalmente anche ai lavoratori di questi comparti si possa riconoscere la giusta remunerazione, dal momento che la qualità delle prestazioni erogate è la stessa sia nel pubblico che nel privato.

“Il Terzo settore e la sanità privata sono servizi che erogano prestazioni legate alle persone – sottolineano Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl -. La qualità, la professionalità e la competenza sono aumentati in questi anni, ma con esse sono aumentate anche la complessità dei pazienti e soprattutto i carichi di lavoro, dal momento che il turnover non è sempre garantito in tutte le aziende. Alla Regione chiediamo quindi l’impegno ad inserire negli accordi e nelle regole della contrattazione l’attenzione ai lavoratori, soprattutto nei frequenti cambi di appalto e trasferimento di proprietà, dove il più fragile è sempre la persona che eroga direttamente l’attività, la lavoratrice o il lavoratore dipendente”.

Nel corso dell’attivo i sindacati hanno ricordato che nelle strutture gestite da realtà del terzo settore le tecnologie biomediche, la clinica medica, l’evoluzione del sistema sanitario, la riduzione delle giornate di degenza e con essa la riduzione dei costi alberghieri sono una serie di indicatori che hanno permesso sicuramente maggiore vantaggio economico a chi eroga prestazioni sanitarie, soprattutto per i pazienti acuti. “Nulla arriva di tutto questo ai nostri lavoratori e lavoratrici – affermano  Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl della Lombardia -. Anche nella sanità privata cresce la complessità delle prestazioni, a causa delle dimissioni sempre “più precoci” e una aumentata capacità di gestire aspetti sanitari all’interno di strutture socio sanitarie. Purtroppo le regioni non riconoscono questi cambiamenti gestionali e non aumentano le quote sanitarie da assegnare a questi servizi”.

Visita www.lombardia.cisl.it
Share

10 luglio 2018

CENTRI PER L’IMPIEGO: IN PREFETTURA PER LO STATO DI AGITAZIONE

Nota unitaria stato di agitazione CENTRI IMPIEGOA seguito  della pubblicazione della Legge Regionale n. 9/2018 “Modifiche alla legge regionale 28 settembre 2006, n. 22 – Il mercato del lavoro in Lombardia” e successivamente all’ assemblea/presidio unitaria tenutasi davanti a Palazzo Pirelli dello scorso 26 giugno 2018,  CGIL, CISL e UIL della Funzione Pubblica, su mandato di tutte le lavoratrici e i lavoratori dei centri per l’impiego e delle AFOL delle province lombarde e della Città Metropolitana, hanno trasmesso in prefettura la richiesta ufficiale di attivazione delle procedure di Conciliazione previste della legge relativamente alla vertenza in corso presso Regione Lombardia.

Le Organizzazioni sindacali ritengono infatti che tale Legge violi i commi 793, 795 e 797 della legge di bilancio 2018, determinando un conseguente danno per tutti i lavoratori coinvolti.

 

Share

9 luglio 2018

ATTIVO UNITARIO SANITA’ PRIVATA E TERZO SETTORE: NON PERDIAMO ALTRO TEMPO!

attivo unitario terzo settore sanità privataSi terrà il prossimo 12 luglio 2018 l’attivo unitario regionale delle delegate e dei delegati della Sanità Privata e del Terzo Settore organizzato da Cgil, Cisl e Uil della Funzione Pubblica lombarda a Milano dalle ore 9 alle 14, presso la sala Biagi di Palazzo Lombardia. 

All’iniziativa saranno presenti  i segretari nazionali di categoria e sono stati invitati l’ Assessore al Welfare  Giulio Gallera  e l’Assessore alle Politiche sociali, abitative e disabilità Stefano Bolognini .

“L’ attivo sarà occasione per riflettere sullo stato dell’arte dei rinnovi contrattuali e di ribadire con forza la nostra volontà di procedere nei tavoli di trattativa – dichiara Franco Berardi Segretario Generale CISL FP Lombardia -  e smuovere la situazione di immobilismo che si è venuta a creare, che vede in molte situazioni ancora un silenzio da parte delle parti datoriali nonostante i diversi solleciti e l’invio di piattaforme e la difficoltà nei tavoli attualmente aperti di chiudere il cerchio”.  

“E’ necessario un cambio di passo – prosegue Berardi - alcune risposte ricevute sono inaccettabili. I lavoratori e le lavoratrici della Sanità Privata e del Terzo Settore attendono ormai da troppo tempo delle risposte rispetto al rinnovo contrattuale  e non è più tollerabile perdere altro tempo. Il confronto dovrà riaprirsi il prima possibile e le parti dovranno garantire  il dovuto impegno, la propria serietà e responsabilità. In caso contrario unitariamente con tutte le delegate e i delegati valuteremo le iniziative da mettere in campo in tutta la regione”.

Share

29 giugno 2018

SANITA’ LOMBARDA: LA STABILIZZAZIONE DEL PERSONALE NON E’ PIU’ UN MIRAGGIO!

stabilizzazioni sanità lombardaQuesta mattina è stata sottoscritta l’ intesa regionale sulla stabilizzazione del personale del comparto della sanità tra  FP CGIL, CISL FP e UIL FPL e l’ Assessorato al Welfare di Regione Lombardia.

“Siamo soddisfatti, il tema della stabilizzazione del personale è sempre tra le nostre priorità, questo è il dovuto punto di partenza  - dichiara Franco Berardi Segretario Generale CISL FP Lombardia – ora tutte le aziende non hanno più alibi e devono procedere quanto prima ad attivare i percorsi affinché la stabilizzazione del personale divenga effettiva”.

La contrattazione con Regione proseguirà il prossimo 5 luglio 2018, il prossimo tavolo vertirà su Risorse aggiuntive regionali 2018 e tematiche ancora aperte.

Volantino unitario stabilizzazioni sanità Lombardia

Share

29 giugno 2018

SANITA’ PUBBLICA: AVVIATO IL CONFRONTO CON REGIONE LOMBARDIA SULLE STABILIZZAZIONI

Tavolo OO.SS - Ass. Welfare Lombardia 290618Questa mattina prosegue il tavolo di trattativa sulla Sanità Pubblica tra l’ Assessorato Welfare di Regione Lombardia e le organizzazioni regionali della funzione pubblica CGIL, CISL e UIL.  Previsti i saluti del nuovo Direttore Generale Welfare Dr Luigi Cajazzo e la presentazione della nuova delegazione trattante di parte pubblica. Fasi decisive per un possibile accordo regionale sul percorso delle stabilizzazioni con la proposta di protocollo da sottoscrivere, inoltre sul tavolo  l’informativa in merito alle Risorse Aggiuntive Regionali per il 2018.

Share

 VIDEO - Elezioni RSU 2018 IO VOTO CISL FP! 
   
news
P.A. Sottoscritti ufficialmente i CCNL Funzioni Locali e Sanità Pubblica
Sanità lombarda: la CISL FP mette al primo posto la tutela dell’occupazione
Il nuovo dossier CISL FP - Lavoro agile: una nuova sfida per la Pa. Dalla legge al contratto
 
Volantone sorpresa CCNL SAN Polizza Colpa Grave Sanitaria
 PROSSIMI EVENTI
 Il lavoro pubblico alla luce dei rinnovi contrattuali
 Life in Balance 7 giugno 2018
 
 
 inas cisl il tuo patronato
 lavoro pubblico
 TESTO UNICO PUBBLICO IMPIEGO
 
 ICONA CODICE ETICO
 CISL NazionaleCISL Nazionale
 CISL FP NazionaleCISL FP Nazionale
  CISL LombardiaCISL Lombardia
 
RSS Feed Widget
TERRITORI
FORMAZIONE
SERVIZIO CIVILE


ARCHIVIO ARTICOLI: